La legatura

La bellissima legatura in vermeil, opera di una bottega lombarda, è sicuramente l’elemento di maggior pregio del Libro d’Ore Torriani.
Un pregevole lavoro di oreficeria in cui, entro un complesso intreccio di viticci, racemi e volute in filigrana d’argento dorato, sono incastonati otto medaglioni con testine di putti in avorio (quattro per ciascun piatto) e due cammei sempre in avorio, raffiguranti Santa Caterina, sul piatto anteriore, e Santa Lucia, su quello posteriore.


     cal5
Particolare della legatura
  cal6
Particolare con testa di putto


Prezioso è anche il trattamento dei contropiatti interni, dove sono inserite due placchette in smalto dipinto con Il bacio di Giuda e l’Andata al Calvario, contornate da cornici in argento dorato e inciso recanti dodici piccoli smalti con volti di santi.
La presenza degli smalti fa del Libro d’Ore Torriani un pezzo eccezionale, l’unico codice milanese in cui siano riunite le tecniche della miniatura e dello smalto dipinto.

 

Piatto interno raffigurante Il bacio di Giuda
Piatto interno raffigurante Il bacio di Giuda


Il piatto anteriore
Il piatto anteriore