Approfondimenti

I Libri d’Ore

Che cos’è un Libro d’Ore?
Molto diffuso nel Trecento e nel Quattrocento specialmente in Francia e nei Paesi Bassi, il Libro d’Ore è una raccolta di salmi e preghiere (Uffici) da recitare nelle diverse ore canoniche della giornata: il mattutino, le lodi, l’ora prima, terza, sesta e nona, i vespri, la compieta.
Era destinato alla devozione privata dei ceti più altolocati ed era generalmente decorato con numerose miniature che si aprivano con un Calendario.
Tra il tardo Medioevo e gli inizi del Cinquecento, divenne un vero status symbol, decorato da maestri di altissimo livello e spesso racchiuso entro legature che sembrano scrigni.

Anche in Italia furono prodotti bellissimi Libri d’Ore, come quelli donati da Lorenzo de’ Medici alle figlie in occasione delle nozze.


I Codici tascabili

Sin dai tempi più antichi, gli uomini hanno lasciato traccia del loro pensiero e delle loro azioni su supporti di piccole dimensioni, basti pensare alle tavolette d’argilla in uso presso i Sumeri e i Babilonesi.
In epoca più recente, manoscritti tascabili vennero realizzati per essere portati in viaggio, appesi alla cintura o al cordone del saio o affidati a mani femminili, come il Libro d’Ore di Claudia di Francia della Morgan Library, non più grande del palmo di una mano, o il piccolissimo codice dei Salmi di Anna Bolena, conservato alla British Library di Londra e recante un ritratto di Enrico VIII. Un minuscolo libretto che la sfortunata sovrana donò alla propria damigella d’onore al momento di salire sul patibolo nel 1536.

Il Libro d’Ore di Lorenzo de' Medici
Il Libro d’Ore di Lorenzo de’ Medici


Il Libro d’Ore Durazzo
Il Libro d’Ore Durazzo


Il Libro d’Ore Ghislieri
Il Libro d’Ore Ghislieri


Il Libro d'Ore di Claudia di Francia
Il Libro d’Ore di Claudia di Francia


Libro dei Salmi di Anna Bolena
Libro dei Salmi di Anna Bolena